mercoledì 29 ottobre 2014

texture

 Le texture (riempimenti di fondo con fantasie e varie) sono ottimi complementi per dare un tocco vintage alle nostre illustrazioni. Nel caso di illustrazioni smarginate, possono "adornare" con grazia  e creare atmosfere deliziose. Se scegliamo stoffette, rigatini, pois e fantasie delicate, possiamo essere sicuri che non interferiranno troppo con l'illustrazione. Lo sfondo deve rimanere subordinato e non dominante nell'insieme ottico. Gli sfondi non devono disturbare nè distoglierci dall'immagine che stiamo guardando, semplicemente devono rinforzarla, enfatizzarla con discrezione e delicatezza. Grazie al nostro amico Photoshop possiamo divertirci a cambiare sfondi con un semplice click di riempimento. L'importante è non perdere di vista l'impaginazione, considerando che la nostra immagine dovrà comunque essere inserita in una gabbia grafica con formati stabiliti in partenza.

Direi che questo sfondino rosato, un po' Vittoriano, è perfetto per le immagini di "Verde quiete"
I soggetti floerali, tuttavia, devono essere quasi sbiaditi come in questo caso, onde evitare l'invadenza cromatica.

Anche il testo dovrà essere discreto per non farci dimenticare che nei libri illustrati le immagini devono rimanere importanti.

2 commenti:

  1. anche oggi ho imparato qualcosa...grazie.

    RispondiElimina
  2. A me hanno imparato tante cose gli amici di "Verde quiete" è grazie a loro che posso svelarvi tanti segreti su come rendere vive le loro storie!

    RispondiElimina