venerdì 15 febbraio 2019

fiori di carta velina


in genere detesto fare lavoretti con carta o altri materiali ma solo perché ho già da fare parecchio con i miei libri illustrati, però questi fiori di carta velina sono veloci e semplici da fare, mi sembrano alla portata di tutti, e utili per fare composizioni decorative o da regalare senza eccessivo dispendio di soldi.

SULLA UTILITA' DEL LEGGERE UN LIBRO ILLUSTRATO


I libri illustrati hanno un effetto terapeutico anti stress perché sono le proiezioni di in un mondo irreale e fantastico dove tutto è possibile, così diverso da quello grigio e difficile della condizione umana..per questo un libro illustrato fa bene al cuore e all'anima di tutti gli esseri umani di ogni età.Ben vengano lo yoga, la meditazione, la mindfulness e tutte le teorie e i consigli salutisti sul benessere psicofisico, io aggiungerei anche: leggiamo e compriamo un libro illustrato per riconnetterci con le nostre emozioni più profonde e riscoprire la poesia della vita nelle favole.
Come affermato da Bruno Bettelheim nel libro "IL MONDO INCANTATO" "c'è un momento adatto per certe esperienze di maturazione, e l'infanzia è il momento giusto per imparare a superare l'immenso solco fra le esperienze interiori e il mondo reale.Le fiabe possono sembrare assurde, fantastiche, paurose e totalmente incredibili per l'adulto che è stato privato della fantasia di tipo fiabesco durante la propria infanzia o ha represso questi ricordi.Per un bambino e un adulto che, come Socrate, sa che permane un fanciullo anche nel più saggio di noi, le fiabe rivelano delle verità circa l'umanità e noi stessi."
" Cosa ancora più importante la forma e la struttura delle fiabe suggeriscono al bambino immagini per mezzo delle quali egli può strutturare i propri sogni ad occhi aperti e con essi dare una migliore direzione alla propria vita"


lunedì 4 febbraio 2019

gita al fiume


IL MONDO DI VERDE QUIETE

Qualcuno potrebbe pensare che Verde Quiete sia un mondo immaginario, ma non potrei illustrarlo se non lo conoscessi davvero, se non lo avessi sotto gli occhi e nel cuore ogni giorno.
Fuori dalla mia finestra mentre lavoro nel mio studio, vedo saltellare la ghiandaia e il picchio tra i rami del mio giardino.
E davanti alla bellezza di queste creature come si fa a non provare una estasiata emozione? E l'arte,tutta l'arte si ispira alla natura. Così non posso fare a meno d'immaginare là nella folta boscaglia quel mondo poetico e magico che si nasconde all'occhio predatore ma si svela allo sguardo di chi lo può capire e guardare con rispetto.
E non posso fare a meno di rappresentarlo, per renderlo visibile tramite la mia penna magica e i colori, non posso ignorare la dolcezza di un tramonto e la tenera presenza di picchi, lepri, volpi e scoiattoli che mi dicono solo: fai conoscere il nostro mondo incantato!Così quello scorcio di fiume ombreggiato dal fitto sottobosco lo vedo davanti ai miei occhi ma non potrei disegnarlo se non lo sentissi nel più profondo del cuore.
Non basta la tecnica e lo studio per trasmettere un'emozione attraverso un disegno, bisogna trasfondere in esso il nostro sentimento. Chi scrive e illustra lo sa, quando si è distratti e si esegue un lavoro con la fretta di finire solo per riscuotere il compenso, si fa un pessimo lavoro e spesso bisogna cancellare e rifare un particolare e buttare all'aria ore di lavoro. Se quella volpe non l'avessi conosciuta, se non provassi a immaginare la dolcezza del suo sguardo, non potrei assolutamente disegnarla. Se ti metti a lavorare ad una tavola illustrata con il vuoto nel cuore, tanto per fare, non arriverai mai al risultato allora è  meglio lasciar perdere; per questo penso che quello dell'illustratore, quando diventa un lavoro di routine, un vero e proprio duro lavoro, non è più piacevole e creativo, ma alienante e omologante. Finché mi sarà lieve illustrare il magico mondo di Verde Quiete, sarò ben contenta di sacrificare ore ed ore alla mia scrivania. D'altra parte non posso seppellire in fondo al cuore i miei amici animali che, vanitosi come sono, mi chiedono sempre di essere disegnati e raccontati.










lunedì 21 gennaio 2019

domenica 13 gennaio 2019

Nelle tane d'Inverno


Nelle tane d'inverno a Verde Quiete al riparo dal freddo invernale Nocciolina scrive le sue storie su fogli di foglia e Sigfrid il topolino fa sogni d'oro...


mercoledì 26 dicembre 2018

tutta colpa delle mamme - recensione


Voci libere in self publishing - Con molto piacere pubblico una recensione breve del libro letto e apprezzato: "TUTTA COLPA DELLE MAMME" - saggio sulla condizione femminile di Orliana Fenga educatrice, pedagogista  e teologa. Un libro che non troverete sugli scaffali delle librerie dove imperano libri di cucina e di altro "panem et circenses" del potere dominante e omologante. Lo troverete su YOU CAN PRINT, AMAZON, FELTRINELLI, IBS,etc.... ed anche in versione ebook su Kobo e You Can Print.
Condivido e consiglio questo bel libro di Orliana Fenga per conoscere, riflettere e capire il perché la condizione femminile odierna non è quella della parità ma il risultato di una sbagliata educazione che mira ad annullare il valore e l'identità della donna rendendola succube dell'uomo e non perseguendo una parità basata sull'equilibrio e il valore delle diversità che non è inferiorità ma complementarietà. Le donne non devono diventare come gli uomini per emanciparsi, ma caso mai valorizzare la propria diversità di genere per pretendere il rispetto dovuto. Ma nelle famiglie italiane i figli maschi sono educati in tal senso?


RECENSIONI LIBRI

I MIEI LIBRI SONO IN VENDITA SU AMAZON, IBS, FELTRINELLI, HOEPLI, ETC....se siete interessati a recensire un mio libro non chiedetemi copie ma compratevele. Non è scortesia, è correttezza!! Se a me interessa recensire un libro me lo compro perché non sono una mentecatta e per pochi soldi voglio aiutare l'autore, sapendo quanto è importante per aiutarlo a proseguire il suo prezioso lavoro. Questo è molto più di un like o una segnalazione su un vostro blog o pagina fb!! E poi diciamola tutta: è' troppo ridicolo e ingenuo chiedere copie a scrocco con la scusa delle recensioni che magari nemmeno vengono scritte! Che dire? La vergogna non è di moda.
Quindi lancio una campagna AIUTA GLI AUTORI rivolta a tutti i gruppi, i social, i blogger, etc....che chiedono di recensire libri con invio di copie. A me non interessa essere recensita da chi mi chiede copie del mio libro. Non me ne viene nulla. Se non l'amarezza di essere stata fregata o trattata come una bambina credulona. Siccome ho una dignità e al mio lavoro ci tengo, a questi poco onorevoli personaggi di cui il web è pieno dico: un libro costa poco, aiuta la cultura se ami i libri, fallo con animo sincero, comprando i libri.