venerdì 25 aprile 2014

Dove nasce Verde Quiete



Il luogo che ha ispirato i racconti  di "Verde quiete" è immerso nella campagna marchigiana, lontano dal caos cittadino dei centri urbani chiassosi e degradati, infestati dal virus umano distruttore; è un luogo dell'anima  dove ritrovare i sapori, gli odori e i suoni di un tempo perduto, per ammirare la natura nel suo armonico gioco di colori. Da tempo sognavo di trasferirmi in campagna, dove, fin da bambina, trascorrevo i fine settimana in compagnia della mia cavallina Melody. E' qui che ho potuto creare le storie di "Verde quiete",  portate dal vento che stormisce tra gli alberi o scritte tra le nuvole che viaggiano sospese all'orizzonte. La pigrizia in questo posto non trova spazio, c'è sempre troppo da fare, molto da imparare.  Il giardino dà un gran da fare, ma ci metto impegno e passione. Sto seminando e piantando, immaginando  nuovi frutti e fiori che coloreranno il piccolo Eden. E quando sono a corto di ispirazione mi basta ascoltare il  canto dei grilli sul far della sera, il gracidare delle rane e il cinguettio degli uccelli. La migliore compagnia tra i tanti abitanti del pianeta Terra.  L'albero del Nocciolo è ancora molto giovane per far da casa alla signorina Nocciolina, ma mi piace immaginarlo tra un po' di anni con una chioma carica di frutti e magari riuscirò a vedere Nocciolina correre lungo il suo tronco giovane e flessuoso. Appena ho visto questo piccolo albero al vivaio, non ho esitato; doveva crescere nel mio giardino!

Una piccola lepre si  è avvicinata furtiva, malgrado la pioggia, ma appena si è accorta della mia presenza è fuggita. Era così uguale a Zampa lesta che non vedo l'ora di poterla disegnare, in effetti a causa del gran da fare in questi giorni, ho messo da parte colori e pennelli . D'altra parte non si può pretendere di illustrare come si deve  senza avere la necessaria concentrazione, soprattutto quando i progetti non hanno scadenze, ma seguono i ritmi dell'ispirazione.
Nella verde campagna Nonna Quercia con le sue braccia protese al cielo, accoglie i suoi innumerevoli abitanti . Gli scoiattoli solleticano i suoi rami secolari, saltando da un ramo all'altro, picchi, gruccioni e uccellini di ogni genere la  deliziano con il loro canto. E' una trisnonna, un gigante che vuole ancora vivere per tanti tanti secoli, sfidando il tempo. Per fare un albero ci vogliono secoli, ma l'uomo, il più stupido essere del Creato, taglia e distrugge gli alberi, spazzando via secoli di storia racchiusi in questi monumenti della natura.



Nessun commento:

Posta un commento