domenica 21 aprile 2013

Gli strumenti del mestiere

Tavolo da lavoro ristretto

Il tavolo ideale per il lavoro dell'illustratore dovrà avere uno spazio sufficiente per i colori, uno per i vari piatti e piattini dove miscelare i colori, un altro per i pennelli  e naturalmente per il nostro foglio di carta. Insomma un tavolo di circa 2 mt X 1 mt. direi che può essere sufficiente. Praticamente il doppio esatto del mio tavolino,ino,ino da lavoro. Ma tanto è, quando non si può avere uno studio sufficientemente ampio, ci si arrangia. Alla fine non sarà lo spazio esiguo a pregiudicare la buona riuscita di una illustrazione, la fantasia può farci volare oltre i confini ristretti del nostro quadrato. Certo è che se dovessimo realizzare un'illustrazione di formato A2 tutto si complicherebbe! E se dovessimo utilizzare una tela e un cavalletto ci vorrebbe almeno una stanza all'uopo adatta!
L'ordine, la precisione e la pulizia sono imprescindibili requisiti quando si lavora, quindi scordiamoci di fare merenda a pochi centimentri dal nostro foglio di carta, e occhio alla polvere, ai capelli che volano, e agli scarti della gomma da cancellare. Basta un solo piccolo frammento, una sola piccola briciola per compromettere una illustrazione in corso d'opera!
E' indubbio che questo lavoro richieda una disciplina ferrea,  purtroppo la  gente comune è convinta che disegnare sia un  divertimento, non sa e non può comprendere che invece è un lavoro come un altro e quando dovrà procurarci da vivere, non sarà più quel piacevole passatempo romantico, ma  un campo da battaglia.Riguardo i riscontri economici poi, stendiamo un velo pietoso, vista la penosa situazione attuale dell'editoria e la concorrenza spiazzante. Sono davvero pochi i fortunati che possono procurarsi da vivere facendo gli illustratori.

Com'è difficile restare a galla, sempre, in ogni caso.....







Nessun commento:

Posta un commento